“Vi racconto il mio Micheal e quel che resta di Gorino”

“Vi racconto il mio Micheal e quel che resta di Gorino”

Micheal è nato. Pesa quasi tre chili. È il figlio di Joy Andrew, 20 anni, una delle ragazze respinte dalle barricate di Gorino del 24 ottobre. Joy ha partorito in ospedale. È esausta. Rimane distesa a letto. Se lo culla con gli occhi. “A lui non racconterò cosa è successo, non voglio che cresca con […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.