Venticinque minuti di camminata e si guadagnano sette anni di vita

Un’attività giornaliera riesce a ridurre i rischi rispetto a infarto e ictus e in più “regala” altre prospettive

Secondo appuntamento con la rubrica della professoressa Leda Galiuto, docente all’Università Cattolica, responsabile dell’Unità operativa di Cardiologia riabilitativa del Gemelli di Roma. Ogni settimana potrete scrivere a “salute@ilfattoquotidiano.it” e lei risponderà. Quanto è importante l’esercizio fisico? È possibile anche per i cardiopatici? È importantissimo: 25 minuti di camminata veloce al giorno aggiungono 7 anni di […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.