Vado a letto con l’attrice. Ma non è una sveltina

Dalla tournée cimiteriale alle performance nelle grotte. Il teatro si reinventa e, soprattutto, va a prendere spettatori – anche i più pigri – ovunque. Persino in camera
Vado a letto con l’attrice. Ma non è una sveltina

Poi dicono che i teatri sono vuoti – e per forza, anche gli attori stanno traslocando in massa su palcoscenici non convenzionali – vuoi perché le scritture scarseggiano, soprattutto per i giovani; vuoi per la bella stagione che chiude la stagione; vuoi per audience development: cercare e fidelizzare nuovo pubblico, a costo di inseguirlo col […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.