Universi reali o virtuali. Come si amano i millennials

Universi reali o virtuali. Come si amano i millennials

Lizzie e Adrian lavorano all’Acquario, una società specializzata nella creazione di “universi immaginati”, realtà virtuali che provocano dipendenza. Lizzie, volubile e noncurante, concepisce mondi sintetici. Adrian, con il suo “spaventoso sguardo blu Klein”, fa parte del team che deve tradurli in realtà. A loro due si aggiunge un terzo personaggio, la voce narrante maschile de […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.