Un popolo di colonizzatrici in difesa della razza bianca

Durante il fascismo arrivarono in Etiopia diecimila donne italiane: i nuclei familiari dovevano ricostituirsi in fretta per garantire la specie e frenare l’interesse per le “negre”
Un popolo di colonizzatrici in difesa della razza bianca

Pubblichiamo uno stralcio di “In terra d’Africa – Gli italiani che colonizzarono l’impero” dello storico e archivista Emanuele Ertola, da pochi giorni in libreria per Editori Laterza. Le donne italiane trasferitesi in Etiopia, circa diecimila, non erano un numero elevato in termini assoluti; ma considerando che nei primi e più difficili anni di colonizzazione l’immigrazione […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.