» Cinema
giovedì 09/03/2017

Un papà gay, una mamma sola. Essere genitori senza convinzione

“Il padre d’Italia” di Fabio Mollo, un intreccio certo non inedito, ma lo sviluppo non è banale. E non mancano le buone ispirazioni, da Ettore Scola a Dolan
Un papà gay, una mamma sola. Essere genitori senza convinzione

Una storia finita da poco e trent’anni forse non pienamente vissuti, Paolo ha un lavoro che nemmeno gli sta stretto presso un’esposizione di mobili low cost, locali gay in cui passare abulicamente le serate e un appartamento piccolo e disadorno. Quale sia stata la mareggiata ancora non lo sappiamo, eppure il relitto che è non […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Cultura

Vercelli incontra Napoli: chitarre e orchestra sulle tracce del Sebeto

Cinema

Nere, geniali, segregate: le tre donne che hanno cambiato l’astronautica

A casa è un big bang di nevrosi borghesi
Cinema
Al cinema

A casa è un big bang di nevrosi borghesi

di
Donne contro: “Hanno avuto paura di non lavorare più”
Cinema
Molestie - La polemica il giorno dopo il manifesto “Dissenso comune”

Donne contro: “Hanno avuto paura di non lavorare più”

Elio e Oliver, inno alla vita dell’italiano non italiano
Cinema
Guadagnino - “Chiamami col tuo nome” in sala da giovedì

Elio e Oliver, inno alla vita dell’italiano non italiano

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×