Un killer ignorante che tenne in scacco l’Italia: a teatro la storia di “Zu Binnu”

I pizzini del “codice Provenzano” all’Auditorium Parco della Musica: parole e suoni per raccontare il boss
Un killer ignorante che tenne in scacco l’Italia: a teatro la storia di “Zu Binnu”

Le parole in dialetto dei pizzini scritti in codice, la fragranza degli odori acri delle campagne vicino a Corleone, e poi il grido di dolore dei siciliani che non si arrendono alla mafia. Sono le note che compongono l’insolito blues che racconta i 43 anni di latitanza di Bernardo Provenzano, il boss di Cosa Nostra […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.