Un calice di cicuta per gli esodati. L’espiazione “felice” di Elsa Fornero

L’ex ministra a Torino alla prima de “L’esodo”, film di Ciro Formisano sugli effetti della sua sciagurata riforma

Espiazione felix. Sembra essere questa la condizione di Elsa Fornero. Ministro del Lavoro tra il 2011 e gli inizi del 2013, professoressa, di quello che fu il governo sciaguratissimo di Mario Monti è l’unica a essere ricordata. A distanza di quei giorni – pur “distrutta, sconfitta per sempre” – Fornero torna però ad abitare la […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.