Ue, l’ultimo tentativo: multe e ricollocamenti automatici

Dopo il fallimento degli schemi precedenti, la Commissione propone di trasferire i migranti quando c’è un picco di arrivi verso un altro Paese costretto a riceverli

È il piano che l’Italia sperava, ma non è affatto detto che funzioni: la Commissione europea propone ricollocamenti automatici di migranti dai Paesi di arrivo verso altri Stati dell’Ue quando si supera una certa soglia. I governi possono rifiutarsi di ricevere i migranti che spettano loro, ma dovranno pagare una sanzione di 250.000 mila euro […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.