Uccise la moglie, condannati i pm: “Non lo fermarono”

Dopo 12 denunce - Marianna Manduca aveva segnalato le violenze del marito. I giudici: colpa grave nell’inerzia di chi lo lasciò libero
Uccise la moglie, condannati i pm: “Non lo fermarono”

Marianna Manduca era stata lasciata sola da uno Stato che doveva difenderla e che, invece, con le sue omissioni l’ha fatta morire per strada, uccisa dieci anni fa con numerose coltellate dal marito violento, Saverio Nolfo, che lei aveva denunciato ben 12 volte in un anno. Denunce sporte ai carabinieri con tanto di prove di tutte […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.