Tutti in fila per Zalone e Al Bano

Ernesto Ferrero, direttore del Salone, ha definito l’edizione di quest’anno la più bella di tutte. Sarà. Ma vedere la coda incredibile (di due ore) per assistere all’incontro con Checco Zalone, o il pubblico che si è radunato per ascoltare Al Bano (proprio lui!), non è un bel vedere. La sicurezza di Zalone. C’era più polizia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.