Referendum costituzionale, tutti i modi per truccare il voto all’estero: in palio c’è oltre un milione di Sì

Precedenti, Schede stampate in soprannumero o tornate “votate” ai Consolati senza che gli elettori le avessero viste. Le frodi in Sudamerica. Il ruolo di associazioni e patronati
Referendum costituzionale, tutti i modi per truccare il voto all’estero: in palio c’è oltre un milione di Sì

Innanzitutto c’è il problema dei plichi con la scheda elettorale. Che arrivano a casa per posta, ma in realtà è impossibile certificare chi vota. In alcune zone, specie in Sudamerica, i plichi vengono smistati in maniera del tutto irregolare. Per non parlare delle schede stampate in numero superiore ai votanti…”. Rodolfo Ricci, coordinatore di Filef […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.