Turista stuprata a Milano, caccia al finto tassista

Domenica scorsa la ragazza doveva partire per Venezia in pullman ed è stata portata dalla parte opposta
Turista stuprata a Milano, caccia al finto tassista

Né cellulare, né soldi. Nessuna rapina. La violenza quella sì, lo stupro giù dall’auto, tra gli sterpi della periferia milanese lontano dalle luci e, con buona probabilità, anche dalle telecamere. Una storia brutale quella accaduta una settimana fa a una turista canadese e raccontata ieri da Repubblica. Sulla vicenda indagano i carabinieri della compagnia Porta […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.