Truffa alle assicurazioni con falsi incidenti: gambe e braccia spezzate a prezzi di saldo

Truffa alle assicurazioni con falsi incidenti: gambe e braccia spezzate a prezzi di saldo

Nella “clinica improvvisata’’ degli orrori incassavano trecento euro per la frattura di un braccio e cinquecento euro per una gamba rotta facendosi gettare addosso pesi di ghisa da 25 o 30 chili che spezzavano loro le ossa e mutilavano gli arti, prove da esibire alle assicurazioni frodate da falsi incidenti stradali. La fantasia criminale che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.