Troppe post verità nel dibattito sulla post verità

Troppe post verità nel dibattito sulla post verità

  Alla fine del 2015 Caitlin Dewey chiude la sua rubrica sul “Washington Post” dedicata a “Cosa c’è di falso su Internet questa settimana”: i lettori non sembravano interessati a quello che scriveva e, soprattutto, non abbastanza ricettivi da adattare la propria opinione al debunking, cioè alla dimostrazione della falsità di notizie date per vere. […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.