Trattativa, Mancino pentito. “Non ritelefonerei al Colle”

Stato-mafia, giudici in camera di consiglio, si attende la sentenza L’ex ministro fa autocritica sulla chiamata al consigliere di Napolitano
Trattativa, Mancino pentito. “Non ritelefonerei al Colle”

“Ci sono state espressioni estreme e inopportunamente polemiche da parte delle difese che hanno travalicato la dialettica processuale”, dice il pm Vittorio Teresi prima dell’ingresso in camera di consiglio della Corte. Dopo 220 udienze, 250 testi, e una trentina di collaboratori di giustizia ascoltati in cinque anni nell’aula bunker di Palermo, cala il sipario sul […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.