Trattativa, le agende di Ciampi: Scalfaro “morbido” con i boss

Stato-mafia, le nomine al Dap nei diari ‘93-‘94 dell’allora premier depositati al processo
Trattativa, le agende di Ciampi: Scalfaro “morbido” con i boss

Contrariamente a quanto affermò nell’interrogatorio del 15 dicembre 2010, l’ex capo dello Stato Oscar Luigi Scalfaro ebbe un ruolo determinante nella nomina di Francesco Di Maggio a vicedirettore del Dap: il magistrato gli fu suggerito dall’allora capo della polizia Vincenzo Parisi e all’ultimo momento prese il posto del già indicato Giuseppe Falcone, considerato “troppo duro”. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.