Tra jihad e banda criminale sequestro “anomalo” in Siria

Imprenditore bresciano da 7 mesi nelle mani dei rapitori appare in video: “Il governo mi salvi dall’esecuzione”. La ricerca di un canale per le trattative e i dubbi dei servizi
Tra jihad e banda criminale sequestro “anomalo” in Siria

Che si trattasse di un sequestro, gli investigatori italiani lo hanno scoperto solo dopo l’estate. Di Sergio Zanotti, l’imprenditore bresciano – apparso ieri in un video in cui chiede aiuto all’Italia – si erano perse le tracce già dall’aprile scorso quando alcuni familiari ne avevano denunciato la scomparsa. Aveva detto di andare ad Antiochia, una […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.