Torna l’incubo furgone-killer. Ma a uccidere è un tedesco

Due morti tra la folla di Münster. L’assalitore, malato di mente, si spara. “Non è terrorismo”
Torna l’incubo furgone-killer. Ma a uccidere è un tedesco

Come al mercatino di Natale di Berlino, terrore e sangue tengono col fiato sospeso la Germania, che piange tre vittime e assiste una ventina di feriti. E come il 7 aprile del 2017, quando un camion falciò a morte cinque persone nel centro di Stoccolma. Data e metodologia, un autocarro lanciato contro la folla inerme, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.