Torna Avanguardia Nazionale, il “covo” è nel cuore di Roma

L’organizzazione sciolta nel 1976. Ombre nere
Torna Avanguardia Nazionale, il “covo” è nel cuore di Roma

Chi si immagina una ambientazione in stile progetto Odessa rimarrà deluso. I soliti cassonetti romani circondati dalla monnezza, i palazzoni delle periferie, quel degrado immancabile della zona est della capitale. Pareti grigie, balconi tutti uguali con panni stesi e qualche parabola, rampe che scendono nei garage allagati anche ad agosto. È qui, a Torre Spaccata, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.