Thelma e Louise al manicomio “La Pazza gioia” secondo Virzì

Dal 17 maggio in sala il dodicesimo film del regista livornese. Storia di due donne, diverse e lontane, ricoverate insieme in un centro di igiene mentale
Thelma e Louise al manicomio “La Pazza gioia” secondo Virzì

La prima cosa bella è andata. Per entrambe: Beatrice Morandini Valdirana, signora chic divenuta choc, e Donatella Morelli, che coniuga al passato prossimo droga, maternità e altro ancora. Per estrazione sociale e astrazione esistenziale non potrebbero essere più diverse, eppure, condividono un luogo e un destino: una comunità terapeutica per donne con disturbi mentali, nella […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.