Terremoto un anno dopo: “Non ricostruiranno mai”

Nelle terre colpite - Le macerie mai rimosse, l’economia al palo, le strade impraticabili. Soldi ai professionisti e a un convento mentre agli sfollati di Visso volevano togliere i bagni
Terremoto un anno dopo: “Non ricostruiranno mai”

Il viaggio nel cratere un anno dopo il sisma inizia dalla Valnerina. Gli sguardi vuoti si infrangono contro una ricostruzione, di fatto, mai iniziata. L’instabilità è divenuta una componente dell’anima. Un tempo infinito per chi ancora vive negli hotel della costa e, per chi è rimasto qui a Visso (Macerata), nelle roulotte per stare vicino […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.