» Politica
martedì 01/08/2017

Telecom, Genish è un po’ troppo “straniero”

Dopo Cattaneo - L’uomo voluto da Bolloré aspetta ancora il permesso di lavoro. Manovre renziane
Telecom, Genish è un po’ troppo “straniero”

Certo che la governance di Telecom Italia dopo la brusca rottura con l’amministratore delegato Flavio Cattaneo, con 25 milioni di buonuscita, si è fatta parecchio complicata. Il nuovo direttore generale Amos Genish, che oggi è responsabile della convergenza tecnologica per Vivendi, sta ancora aspettando il permesso di lavoro. È israeliano e, anche se è un […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2017 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Politica

Cda “illegali”, Padoan salva banchieri e rampolli famosi

Politica

“No al Viminale: non si sale armati sulle nostre navi”

Ecco il primo candidato di De Magistris: suo fratello Claudio corre con  Liberi e Uguali
Politica
Dema - Uomini del sindaco schierati in due collegi a Napoli

Ecco il primo candidato di De Magistris: suo fratello Claudio corre con Liberi e Uguali

Besostri ci riprova: oggi deposita un nuovo ricorso anti Rosatellum
Politica
Consulta - L’ultima battaglia sulla legge elettorale

Besostri ci riprova: oggi deposita un nuovo ricorso anti Rosatellum

Politica

La linea Mattarella: senza maggioranza nuovo voto

di
Gentiloni lo chiede l’Europa: in carica per manovra e Def
Politica
Durevole

Gentiloni lo chiede l’Europa: in carica per manovra e Def

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×