Te lo dico in settemila spot: dopo Carosello tutti a nanna

Te lo dico in settemila spot: dopo Carosello tutti a nanna

”Ho fatto appena in tempo a viaggiare in piedi tra i sedili della 128 rossa dei miei genitori senza cinture, seggiolini o air-bag. Gli sportelli si chiudevano con il pirillo, i finestrini con la manovella che però era sempre rotta. Ho fatto a tempo a scrivere una lettera e non una e-mail. Ho fatto appena […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.