Tante tessere, pochi voti: il congresso del Pd rischia il flop

Per la deputata Simoni (che sostiene Orlando) l’affluenza è “desolante”. Ad Agrigento si apre il caso dei morti iscritti
Tante tessere, pochi voti: il congresso del Pd rischia il flop

In questi giorni di avvicinamento al congresso del Pd si rischia di rimanere incantati dalla musica di sottofondo. Le percentuali diffuse su base quotidiana dai rappresentanti della mozione Renzi (prontamente riprese dai giornali) raccontano una cavalcata trionfale dell’ex premier che nei fatti non esiste. I pochi numeri a disposizione raccontano una realtà ancora parziale e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.