Tangenti Nigeria, 50 milioni all’uomo dell’ad Descalzi

I pm: soldi a Roberto Casula. Trattava l’affare a nome dell’attuale capo azienda e di Scaroni
Tangenti Nigeria, 50 milioni all’uomo dell’ad Descalzi

Una mega-tangente pagata dall’Eni per ottenere un grande giacimento petrolifero in Nigeria: questa è l’ipotesi d’accusa su cui da due anni indaga la Procura di Milano. Ma ora, a leggere l’avviso di conclusione delle indagini recapitato ieri agli undici indagati e alle due società (Eni e Shell), si scopre che i magistrati avrebbero chiuso il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.