Sui conti niente strappi, solo un po’ meno austerità

Il ministro Tria alle Camere: nessuna manovra correttiva, si tratta con l’Ue per la flessibilità. Il deficit salirà per fermare gli aumenti dell’Iva

Sui conti pubblici il governo gialloverde non cercherà strappi con Bruxelles e depone, almeno per ora, gli intenti bellicosi. Ieri il ministro dell’Economia Giovanni Tria ha spiegato alle Commissioni bilancio delle Camere la strategia che l’esecutivo intende seguire. Per prima cosa ha escluso una manovra correttiva nel 2018 e annunciato un confronto con la Commissione […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.