“Su Pop Vicenza potevamo essere più svegli? Forse sì”

Il capo di Via Nazionale alla fine conferma i dubbi sul ruolo di salvatore dell’istituto di Zonin. E si contraddice più volte
“Su Pop Vicenza potevamo essere più svegli? Forse sì”

La Banca d’Italia non ha la bacchetta magica”. Ignazio Visco dopo ore di audizione appare stranamente rilassato. L’operazione diversivo, brevettata dal presidente della Consob Giuseppe Vegas, è riuscita anche a lui. Gli basta rivelare il mistero buffo di Matteo Renzi che va a parlargli degli orafi di Vicenza e di Arezzo, e da lì è […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.