Strage nel cuore di agosto: “I corpi volavano in aria”

Prima e dopo - Furgone a tutta velocità sulla folla della Capitale catalana. Catturati due attentatori, centinaia le persone rifugiate nei negozi. Blindato il centro
Strage nel cuore di agosto: “I corpi volavano in aria”

Intorno alle 17 di ieri un furgoncino bianco si è lanciato a tutta velocità – tra gli 80 e i 100 chilometri l’ora – da Plaça Catalunya, all’altezza di Carrer Canuda, , fin sulla Rambla di Barcellona, 600 metri di terrore per le molte persone che passeggiavano sull’area centrale pedonalizzata, ignare del pericolo imminente, in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.