Stradella, musica sacra e profana dell’Italia che fu la Patria dei talenti

Il festival - Nel nome del grande compositore del XVII secolo per fare conoscere la sua opera, tra canzone popolare e linguaggio colto
Stradella, musica sacra e profana dell’Italia che fu la Patria dei talenti

Il Festival Internazionale Alessandro Stradella di Nepi, giunto alla quarta edizione (Nepi, 10-25 settembre), nasce dall’incontro fra un autore (Stradella) e un interprete (Andrea De Carlo) con una singolare affinità: quella di aver costruito su una solida formazione “ortodossa” un percorso musicale decisamente anticonvenzionale. La vicenda umana e artistica di Stradella (Nepi, 1639 – Genova, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.