Spionaggio politico e militare: i pm cercano gli hacker della Farnesina

Il malware usato per l’attacco cyber sarebbe simile a quelli utilizzati dai professionisti russi
Spionaggio politico e militare: i pm cercano gli hacker della Farnesina

Il malware utilizzato per accedere al sistema informatica della Farnesina sarebbe simile a quelli usati anche dalla scuola russa di polizia informatica. Per questo i magistrati capitolini sospettano che ci siano proprio i russi dietro l’azione di cyber spionaggio al Ministero degli Esteri quando era titolare l’attuale premier Paolo Gentiloni. Per adesso però è ancora […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.