» Storie d'Italia
lunedì 30/05/2016

Spari a Palazzo Giustiniani. Ucciso il Gran Maestro

Designato al vertice del Grande Oriente, era stato vicesindaco di Roma: fu ammazzato da un folle la sera del 31 ottobre 1917
Spari a Palazzo Giustiniani. Ucciso il Gran Maestro

Alle cinque della sera, il commendatore Achille Ballori è seduto alla sua scrivania a Palazzo Giustiniani. Roma, 31 ottobre del 1917. Sei giorni prima, Ballori è stato designato come futuro Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia (Goi), la più antica e importante comunione massonica del Paese. Non è solo. In stanza con lui c’è Ulisse […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Italia

Milan, cocaina e coltelli. Assalto dei viceré della Sud nella faida del tifo organizzato al Meazza

Cultura

Musica o diritto, la vera forza dell’interpretazione

Varese 1961, l’ultimo rogo dei libri “proibiti” in Italia
Storie d'Italia
La condanna al falò

Varese 1961, l’ultimo rogo dei libri “proibiti” in Italia

di
“Cuccia non capì la grandezza di Olivetti. E il gioiello si sfaldò”
Storie d'Italia
Il libro del banchiere

“Cuccia non capì la grandezza di Olivetti. E il gioiello si sfaldò”

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×