Sovversivo, scabroso Totò. Una “morale” da ridere

Le censure al principe e la frase sparita su Scelba
Sovversivo, scabroso Totò. Una “morale” da ridere

Si chiamava Annibale Scicluna Sorge. Mario Monicelli lo descrisse così: “Era lui la censura. Era un italiano di Malta; era fuggito da lì durante la guerra ed era venuto a portare al Duce l’adesione di Malta, con un tempismo da record! Aveva ottenuto così un posto al ministero e alla fine lo trovammo che dirigeva […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.