Soros e la Carta “à la carte”

Soros e la Carta “à la carte”

Ormai la riforma costituzionale “decisiva per l’Italia” (Renzi dixit) voluta dal premier e dal Pd rischia di diventare una barzelletta. Tra incertezze sulla data del referendum e timori del governo per l’avanzata del fronte del No, l’autorevolezza della modifica della Costituzione appare sempre più in picchiata. Tanto da essere scambiata per una qualunque norma dello […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.