“Sono un orso: al grande calcio preferisco il Casale in serie D”

Ezio Rossi - “Ho smesso di aspettare panchine: dovevo tornare a Torino, mia moglie era in aspettativa e serviva uno stipendio in casa”
“Sono un orso: al grande calcio preferisco il Casale in serie D”

“Ma come fai a sapere tutte queste cose?”. Ezio Rossi ride di gusto mentre racconta l’ultima intervista appena rilasciata a una web tv: “Mi arriva al campo un ragazzino, bravo, volenteroso. Ma c’è un acquazzone tremendo, lui deve tenere la telecamerina, il microfono e l’ombrello. Non sappiamo dove andare, così lo porto nel magazzino con […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.