Soldini, l’amore cieco e la capacità di vedere oltre

Valeria Golino nei panni di una non vedente ne “Il colore nascosto delle cose”
Soldini, l’amore cieco e la capacità di vedere oltre

“Voi vedenti siete per forza legati all’apparenza. Noi dobbiamo andare oltre”. Sembra banale ricordarsi che chi non può vedere con gli occhi è costretto a delegare altrove la percezione del mondo, ma solo l’esperienza diretta con un cieco rimette in gioco la forza di questa dichiarazione, solitamente pronunciata dai non vedenti nel momento in cui […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.