Signorsì, signore!

La campagna referendaria sulla “riforma” costituzionale Renzi-Boschi-Verdini è iniziata ufficialmente ieri per iniziativa dell’unico cittadino italiano (su 60 milioni) che dovrebbe starne fuori: il presidente del Consiglio Matteo Renzi che, imposta con ogni sorta di forzatura la sua personale Costituzione a un Parlamento riottoso e per giunta illegittimo, ha lanciato i Comitati del Sì (ha […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.