“Siamo nel panico ma prendersela con la comunità musulmana non serve”

Pieter Aspe - Lo scrittore belga ammette: “Sentirsi al sicuro è impossibile”
“Siamo nel panico ma prendersela con la comunità musulmana non serve”

Purtroppo non sono affatto sorpreso. È la brutale vendetta dei terroristi per la cattura di Salah Abdeslam”. Pieter Aspe, scrittore belga, classe ’53 (la serie dei romanzi del commissario Pieter Van In, in Italia è pubblicata da Fazi editore, è uscito da poco Il caso Dreyse) risponde al telefono proprio mentre Bruxelles è sotto attacco. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.