Si sente l’assenza di un leader: manca Gianroberto Casaleggio

Si sente l’assenza di un leader: manca Gianroberto Casaleggio

Il Movimento ha negato a se stesso la necessità di intervento su alcune problematiche evidenti e ancora non ha ammesso ufficialmente l’evidente sconfitta. Ma non credo che questa sia la fine del Movimento 5 Stelle: la disfatta non va letta come uno scontro di vedute tra pragmatici e tradizionali, perché questo è tipico dei partiti, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.