“Sì, è un despota, ma almeno è il nostro”

Il sociologo francese e il realismo europeo: “Meglio il presidente-padrone che un generale”

È possibile che dietro il tentativo di colpo di Stato in Turchia, ci siano i militari che appartengono alla confraternita Hizmet del religioso Fetullah Gulen, che ha infiltrato per decenni le istituzioni turche”. Anche Olivier Roy, uno dei più autorevoli orientalisti e politologi francesi, docente all’università europea di Fiesole, ritiene che il colpo di Stato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.