Sfortunati alla meta. Tutte le ultime pedalate

Sfortunati alla meta. Tutte le ultime pedalate

Le strade del ciclismo sono lastricate di morti assurde, da quella di Michele Scarponi ieri alla tragica fine di Marco Pantani nel 2004: lo ricorda il bel libro di Paolo Viberti, I dannati del pedale (ediciclo, pagg. 156, 14), che, nel centenario del Giro d’Italia, firma una controstoria dei “ciclisti più inquieti, romantici e faustiani”. […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.