Senza leader né lavoro: è l’Intifada dei disperati

Scontri per Gerusalemme, bilancio di nove morti. A tirare le pietre adolescenti che non si riconoscono nei vecchi capi
Senza leader né lavoro: è l’Intifada dei disperati

Solo dieci giorni fa i palestinesi erano pronti a un passo storico: la riconciliazione tra Fatah e Hamas. Per la prima volta in un decennio c’era la concreta possibilità di una leadership unita. È finita male. Di mezzo ci si è messo Donald Trump e il tema più spinoso di tutti: Gerusalemme, dove il presidente […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.