“Senza diritti, la lotta al terrore sarebbe un totale fallimento”

“Senza diritti, la lotta al terrore sarebbe un totale fallimento”

Ci portano la guerra in casa, dunque basta sottigliezze giuridiche, basta eccessi di garanzie, la lotta al terrorismo islamista va condotta senza pietà. Non è d’accordo Ferdinando Pomarici, già procuratore aggiunto a Milano e coordinatore di molte inchieste sul terrorismo. Dopo gli attacchi di Bruxelles, c’è chi dice che i terroristi non meritano neppure il […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.