Selfie giovanili, buone intenzioni e ossessive “pecore da tastiera”

Come è nata – e come è degenerata – la catena virale di immagini vintage che ha intasato le timeline di Facebook nelle ultime settimane
Selfie giovanili, buone intenzioni e ossessive “pecore da tastiera”

Sfida accettata!”. Non è la formula con cui Barney Stinson, nella sitcom How I Met Your Mother, risponde maniacalmente a sfide che nessuno gli ha lanciato. Non è neppure l’invocazione di qualche eroe di cappa e spada in un duello romantico. È il mantra ossessivo che negli ultimi giorni svettava su Facebook, in ossequio a […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.