Se un albero cade fa rumore, una provincia no: filosofia e politica

È noto che sia materia, e assai annosa, di dibattito la possibilità che un albero, cadendo in una foresta disabitata, faccia comunque rumore. Deve invece concludersi che istituzioni della Repubblica e persino pezzi di Costituzione possono senz’altro cadere nel più completo silenzio persino in una piazza affollata del villaggio globale. “I servizi che non possono […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.