“Se proprio me lo chiedono, mi candido”

Il ritorno di Di Pietro - “Vorrei fare da arbitro, ma mi sacrifico per il mio Molise”
“Se proprio me lo chiedono, mi candido”

Riecco Antonio Di Pietro. Il magistrato che ha fatto a pezzi la Prima Repubblica, l’ex ministro ulivista, l’inventore dell’Italia dei Valori si riaffaccia quatto quatto sulla scena politica. Ricomincia dal basso. “Il mio piccolo Molise è ostaggio di personalismi, egoismi e conflitti. Il centrosinistra è diviso, proprio come a livello nazionale. Io sono un uomo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.