“Se n’è andata in pace, dopo troppa solitudine”

La biografa Anna Vinci - “Era delusa: svelare la verità sulle trame oscure non ci ha risparmiato Cossiga e poi Berlusconi”
“Se n’è andata in pace, dopo troppa solitudine”

Ora che se n’è andata l’ho vista finalmente serena. Aveva il viso ieratico che hanno le donne nei dipinti medievali. Come se nel momento del distacco avesse raggiunto la sua essenza; la consapevolezza di aver compiuto tutto quello che doveva compiere”. Anna Vinci ha vissuto tanti anni accanto a Tina Anselmi. È stata la sua […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.