Saper guardare avanti con sana accortezza sempre pronti a tutto

L’inizio del nuovo anno liturgico è contrassegnato da una continuità con la conclusione del precedente. Il clima e il contesto si rifanno al cosiddetto genere apocalittico, caratterizzato da un linguaggio e da immagini terrificanti, intese non a creare angoscia per le catastrofi preannunciate, ma piuttosto a risvegliare tutti dall’apatia rassegnata per suscitare entusiasmo appassionato ed […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.