Sanità negata a oltre 12 milioni di italiani

Aumenta il numero di chi rinuncia a curarsi e di chi si rivolge al privato. Nel pubblico inefficienza e tagli
Sanità negata a oltre 12 milioni di italiani

È stata definita “sanità negata” perché chi rinuncia non ha altra scelta: 12,2 milioni di persone in Italia, nell’ultimo anno, hanno rinunciato o rinviato prestazioni sanitarie. Come se non bastasse, il numero è in crescita: 1,2 milioni in più rispetto all’anno precedente mentre chi si cura è costretto a rivolgersi al settore privato, tra attese […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.