Salvini meglio scritto che in tv. Non era difficile

Leggendo “Secondo Matteo” si scopre che parla con De André e pensa di essere colto
Salvini meglio scritto che in tv. Non era difficile

Del libro di Matteo Salvini, Secondo Matteo, si sta parlando molto. Sta pure vendendo molto: primo nella classifica di saggistica. Probabilmente, però, lo leggeranno – davvero – in pochi. Non un gran problema: molto meglio dedicarsi a Vonnegut o Calvino, e il primo a saperlo è Salvini. La curiosità, però, è lecita: com’è questo libro? […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.